Crostatine di Mela

In giardino c’è un vecchio melo, così vecchio e malato che in realtà andrebbe abbattuto. Ma come si fa? Ogni anno, disperatamente, produce mele: piccole, aspre e dure…ma con il loro perché. Nonostante tutto hanno il gusto e l’aspetto delle mele vere. Non sono lucide, non sono belle, non sono dolcissime ma sanno di mela.

In più, le raccogliamo prima che siano davvero mature altrimenti cadono e marciscono. Così il loro utilizzo deve per forza passare attraverso la cottura: allora via di mousse, di marmellate, di chutney, di torte e di crostate.

Con una frolla molto friabile – nel suo impasto c’è la farina di riso – e le mele preparate secondo il consiglio del grande mastro, e maestro, pasticcere Claudio Venturini, il risultato è molto soddisfacente.

L’accorgimento è semplice: una veloce pre-cottura delle mele tagliate a dadini e avvolte in un velo di maizena fa sì che non rilascino acqua in cottura e quindi siano l’ideale da inglobare in qualsiasi impasto, o come ripieno delle crostate. Naturalmente potete utilizzare questo sistema per qualsiasi tipo di frutta che contenga poca acqua.

 

 

 

Ingredienti per 4 crostatine:

150 g di farina 0, 150 g di farina di riso, 100 g di burro freddo, 100 g di zucchero, 2 uova, 8 g di lievito per dolci, 1 pizzico di sale.

Ingredienti per il ripieno di mele:

300 g di mele a dadini, 25 g di burro, 65 g di zucchero, 25 g di maizena, 1 cucchiaio di Calvados.

 

Premetto che l’impasto è molto morbido, oserei dire appiccicaticcio! Usate delle uova non troppo grandi e spolverizzate abbondantemente di farina la spianatoia, quando stenderete l’impasto.

Versate le due farine sulla spianatoia, fate la classica fontana e mettete al centro il burro tagliato a dadini, le uova intere, lo zucchero e un pizzico di sale.

A me non piace usare la vanillina ( un prodotto chimico che nulla ha a che vedere con la vaniglia) così io conservo lo zucchero che uso solo per i dolci  in un barattolo all’interno del qual tengo due baccelli di vaniglia che me lo profumano abbondantemente. E in questo caso è lo zucchero perfetto da utilizzare.

Impastate velocemente aggiungendo, solo verso la fine, il lievito per dolci. Formate quindi una palla con l’impasto, avvolgetela nella pellicola e mettete la frolla in frigorifero per almeno 30 minuti. Potete far tutto con l’impastatrice, con l’accortezza di unire il lievito quando l’impasto incomincia ad amalgamarsi.

Nel frattempo sbucciate le mele e tagliatele a dadini. Cuocete le mele in una casseruola con il burro e  50 g di zucchero per pochi minuti, fino a quando raggiune un leggero bollore.  Sciogliete in una tazzina la maizena con il Calvados  e 15 g di zucchero. Aggiungete il composto alle mele, mescolate per pochi minuti poi lasciatelo raffreddare.

Imburrate e infarinate 4 teglie per crostatine e stendete la pasta frolla – infarinando spesso la spianatoia perché la frolla è molto morbida – allo spessore di circa 1/2 cm.

Ritagliate dei dischi di pasta della dimensione delle teglie e adagiateli al loro interno. Ricoprite la frolla con  3 cucchiaiate di mele e, dagli avanzi dell’impasto, ricavate delle striscioline di frolla che utilizzerete per ricoprire il ripieno con il classico motivo intrecciato.

 

Cuocete in forno a 180° per 20/25′, fino a quando le crostatine saranno ben dorate. Lasciate raffreddare e sformate le crostate.

 

 

Tags: , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply